Vai all'Homepage
EMERGENZA ALLUVIONE facebook      twitter     
Mappa del sito Aiuto
 
 


Home \  Ho Necessità di \  Servizi Demografici \  Ufficio dello stato civile

Pagina a cura del Settore Demografico - Ultimo Aggiornamento: 14-09-2018 12:57

Ufficio dello stato civile

SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI Piazza del Popolo, 36 - CAP 37036 Tel 045 8874308 - Fax 045 8874253P.Iva 00333790236
E-mail :posta@comunesanmartinobuonalbergo.it

 

 

ORARI:

Lunedì : dalle 08,30 alle 12,30
Martedì : dalle 10,00 alle 13,00 e pomeriggio dalle 15,30 alle 17,30
Mercoledì : dalle 10,00 alle 13,00
Giovedì : CHIUSO TUTTO IL GIORNO
Venerdì dalle 08.30 alle 12.00
Sabato (aperto il 2° e il 4° del mese ) : dalle 09,00 alle 12,00 .
Il sabato è aperto solo per certificati e carte di identità

RESPONSABILE DEL SETTORE : MANTOVANI d.ssa MaddalenaTelef.: 045.8874.203 / Fax : 045.8874.253
e-mail :mmantovani@comunesanmartinobuonalbergo.it

 

 

UFFICIO DELLO STATO CIVILE Si occupa di tutti quegli eventi che 'segnano' la vita di una persona nell'arco della sua esistenza : nascita, matrimonio / pubblicazioni / divorzio , morte e cittadinanza. Quando si fa una denuncia di nascita l'Ufficio provvede anche a far attribuire il codice fiscale per il nuovo nato.In caso di morte predispone la pratica per la cremazione di quei cittadini che lo richiedano.

RAGNO d.ssa Marta - 045.8874.251
mragno@comunesanmartinobuonalbergo.it

GABRIELI Luigi - 045.8874.214
lgabrieli@comunesanmartinobuonalbergo.it

SERVIZIO DI REPERIBILITA' ( denunce di nascita e di morte) - dalle ore 14.30 del sabato e prefestivi alle ore 24.00 della domenica o del giorno festivo 333-4485115

Pagina a cura del Settore Demografico - Ultimo Aggiornamento: 14-09-2018 12:57

Certificato/denuncia di nascita

Per denunciare la nascita di un bambino è necessario che almeno uno dei genitori abbia più di 14 anni . In caso contrario il riconoscimento può avvenire solo al compimento dell'età.

CHI DEVE FARE LA DENUNCIA ?

La denuncia di nascita va fatta :

- PER I FIGLI nati da genitori uniti in matrimonio : dal padre o dalla madre, da un procuratore speciale, ovvero dal medico o dall'ostetrica o da altra persona che ha assistito al parto;

- PER I FIGLI nati da genitori non uniti dal matrimonio : e' possibile sia il riconoscimento congiunto che quello disgiunto . Per le modalita' pratiche: chiamare l'Ufficio di Stato Civile ( 045-8874.251 ).

DOVE SI FA LA DENUNCIA ?

All'Ufficiale di Stato Civile del comune di residenza dei genitori, entro 10 giorni dal parto- salvo diverso accordo tra i genitori, se il padre e la madre risiedono in due Comuni diversi la denuncia si farà nel Comune di residenza della madre- all'Ufficiale di Stato Civile del comune di nascita , entro 10 giorni dal parto- al Direttore Sanitario direttamente presso l'ospedale o la clinica dove è avvenuto il parto, entro 3 giorni dalla nascita.

CITTADINI STRANIERI

Per i cittadini stranieri vale quanto già previsto per i cittadini italiani e inoltre:- se non residenti in Italia e privo di documento d'identità, dovrà portare 2 testimoni muniti di documento d'identità, cittadini italiani, o del proprio Paese d'origine - se per le leggi del proprio Paese il neonato non assume il cognome del padre, dovrà portare dichiarazione del proprio consolato attestante quale cognome debba assumere ( limitazioni nel cognome ) - dovrà informarsi se per le leggi del proprio Paese sia consentito attribuire al neonato il nome che vuole dichiarare all'Ufficiale di Stato Civile Italiano ( limitazioni nel nome ) per evitare di dover successivamente attivare la procedura di rettifica del nome .

CASI PARTICOLARI

A) DENUNCIA TARDIVA ( OLTRE 10 GG. ) La denuncia tardiva ( cioè fatta oltre i 10 giorni di tempo previsti ) si può fare solo presso l'Ufficiale dello Stato Civile indicando i motivi del ritardo. L'Ufficiale dello Stato Civile provvede comunque a formare l'atto di nascita, ma segnala il fatto alla Procura della Repubblica.

B) NATI/MORTI Per i nati/morti, o morti prima della denuncia di nascita, la stessa può essere fatta solo nel Comune di nascita.

RICONOSCIMENTI

A) DI NASCITURO :

è possibile effettuare il riconoscimento anche prima del parto. I genitori devono portare la documentazione rilasciata dal ginecologo che attesta lo stato di gravidanza. Rendono la dichiarazione di riconoscimento del nascituro ( = del figlio che nascerà ) all'Ufficiale di Stato Civile. L'Ufficiale dello Stato Civile rilascia apposita documentazione che sarà utilizzata al momento della nascita del figlio. In tal caso non sarà necessario presentarsi entrambi contemporaneamente al momento della denuncia di nscita per effettuare il riconoscimento, inquanto questo è già stato fatto.

B) POST NASCITA

I riconoscimenti post nascita vengono effettuati dall'Ufficio previo appuntamento. Il giorno fissato, i genitori devono presentarsi muniti di un documento d'identità valido. La documentazione necessaria viene acquisita d'ufficio. Una volta esperita la procedura verranno eseguiti i successivi adempimenti, sempre a cura dell'Ufficio.

NATI ALL'ESTERO

Per poter iscrivere il bambino è necessario che almeno un genitore sia italiano e residente a San Martino B.A. , oppure iscritto all'A.I.R.E. (Anagrafe Italiani Residenti Estero). Il Comune competente alla trascrizione dell'atto di nascita formato all'estero può essere legittimamente individuato in quello nel quale è stato trascritto l'atto di un ascendente, anche remoto, dell'interessato, trattandosi del luogo a cui è collegata l'ultima relazione familiare instaurata e conosciuta in Italia del cittadino in questione. La comunicazione arriva tramite il genitore, che deve portare l'atto di nascita plurilingue o in originale con traduzione legalizzata, oppure tramite il Consolato che invia l'atto già tradotto e legalizzato.

CODICE FISCALE

Ai nuovi nati, al momento della denuncia di nascita, l'Ufficio si collega con il Ministero delle Finanze tramite Internet e provvede ad attivare la procedura di assegnazione del codice fiscale al nuovo nato.Sul momento al genitore sarà rilasciata una stampa provvisoria che certifica il codice fiscale attribuito al neonato. Nel giro di un mese arriverà direttamente a casa il tesserino plastificato ufficiale.Come precisato questa procedura vale solo per i nuovi nati.

Pagina a cura del Settore Demografico - Ultimo Aggiornamento: 14-09-2018 12:57

Matrimonio - pubblicazioni - divorzio

Per consultare le informazioni segui il collegamento

Pagina a cura del Settore Demografico - Ultimo Aggiornamento: 14-09-2018 12:57

Morte

NOTA BENE : La denuncia di morte va fatta entro 24 ore dal decesso all'Ufficiale di Stato Civile del luogo ove è avvenuto il fatto o, se si ignora dove la persona sia deceduta, del luogo dove è stata depositata la salma.

DECESSO PRESSO UN OSPEDALE O ALTRA STRUTTURA ORGANIZZATA ( CASA DI RIPOSO, CASA DI CURA, ECC. … ) La denuncia di morte arriva direttamente dalla Direzione Sanitaria degli Ospedali o delle Case di Cura, di Riposo, ecc. …, ed è portata in Comune dall'addetto delle pompe funebri o familiare del defunto.

DECESSO PRESSO UN'ABITAZIONE PRIVATA

a) RESIDENTI L'Ufficio controlla che i dati siano esatti, predispone l'atto di morte e rilascia il permesso di seppellimento

b) NON RESIDENTI L'Ufficio provvede a controllare i dati con il Comune di residenza, a cui sarà trasmessa anche una copia dell'atto di morte per la trascrizione, prepara l'atto di morte e rilascia il permesso di seppellimento.

c) CASI PARTICOLARI Procedure particolari sono previste per i casi di morti non identificati, non identificabili, di morte presunta, ecc. … .

DECESSO FUORI COMUNE DI RESIDENZA

Il Comune dove il cittadino è deceduto farà quanto necessario per l'atto di morte e il permesso di seppellimento. In seguito invierà una copia dell'atto di morte al Comune di residenza che potrà così trascrivere l'atto nei propri registri e rilasciare i certificati relativi.

PERMESSO DI SEPPELLIMENTO

Viene steso sulla base dell'avviso di morte in cui il medico indica dopo quante ore può avvenire la sepoltura ( previa autorizzazione dell'Autorità Giudiziaria competente in caso di morte violenta o accidentale ) .

CREMAZIONE

Per quanti desiderano che le salme dei loro defunti siano avviate alla cremazione è necessario presentare l'apposita richiesta all'Ufficiale di Stato Civile al momento della denuncia di decesso.La volontà di essere cremato da parte del defunto deve risultare da testamento o dal fatto di essere iscritto ad una Società per la Cremazione. Se il defunto non ha lasciato testamento, non era iscritto alla So.Crem. , ma comunque aveva espresso in vita la volontà di essere cremato, i familiari possono lo stesso chiedere l'autorizzazione alla cremazione e, in questo caso, dovranno dare il loro consenso secondo un ordine gerarchico previsto per legge.Se la morte è dovuta a reato ( o vi è il sospetto di reato) vi sono particolari cautele da seguire.Poiché il Comune di S. Martino B.A. non è dotato di impianto di cremazione le cremazioni vengono eseguite a Verona.Il costo della cremazione è a carico dei richiedenti, salvo il caso di indigenza.Il prezzo è stabilito dall'Azienda che gestisce l'impianto ( per Verona l'A.G.E.C. ) conformemente alle indicazioni fornite dal Ministero competente..

CREMAZIONE PER CITTADINI STRANIERI

L'autorizzazione alla cremazione dei cittadini stranieri va data sulla base delle norme che regolano la cremazione nello Stato di appartenenza del defunto.Pertanto bisogna presentare una dichiarazione rilasciata dalle autorità competenti del Paese di appartenenza da cui risultino le norme applicabili e le modalità attraverso cui rilasciare l'autorizzazione.

Pagina a cura del Settore Demografico - Ultimo Aggiornamento: 14-09-2018 12:57

Cittadinanza

Le informazioni riguardanti la richiesta di cittadinanza a seguito di matrimonio con cittadino o cittadina italiani, o per residenza in Italia. Vanno richieste all'Ufficio di Cittadinanza della Prefettura.Dopo l'emissione del Decreto di Concessione/Conferimento della Cittadinanza Italiana, notificato dalla Prefettura, l'interessato presterà giuramento davanti all'Ufficiale di Stato Civile .Una volta prestato il Giuramento, si potrà trascrivere il Decreto di Cittadinanza nei registri di Stato Civile e procedere con i successivi adempimenti .Per ulteriori informazioni sulla cittadinanza ( acquisto, riacquisto, casi particolari, … ) si prega di contattare direttamente l'Ufficio .

Pagina a cura del Settore Demografico - Ultimo Aggiornamento: 14-09-2018 12:57

Cambiamenti di nome e/o cognome

CAMBIAMENTO DEL COGNOME / AGGIUNTA DI ALTRO COGNOME Chi desidera cambiare il cognome o aggiungere un altro cognome al proprio, deve fare domanda al Ministero dell'Interno da presentare al Prefetto della Provincia in cui risiede.La Prefettura, a sua volta, inoltra la domanda al Ministero previa raccolta di informazioni e esprimendo il proprio parere.Il Ministero, a sua volta, valuta se la domanda sia accoglibile o meno. In caso di esito positivo autorizzerà il richiedente all'affissione per 30 giorni all'Albo Pretorio del comune di nascita e di residenza di un avviso contenente il sunto dell'istanza. Nei successivi 30 giorni chi ha interesse può presentare opposizione. Trascorso questo termine senza che siano state presentate opposizioni l'interessato presenta quanto previsto dall'art. 88 del DPR 396/2000 al Ministero dell'Interno, per il tramite della Prefettura, al fine di ottenere il decreto di concessione .Se c'è stata opposizione è necessario far notificare il decreto agli opponenti.I decreti autorizzativi sono annotati, a richiesta degli interessati, nei propri atti di nascita e di matrimonio nonché negli atti di nascita e di matrimonio di coloro che ne hanno derivato il cognome. CAMBIAMENTO DEL NOME / AGGIUNTA DEL NOME / CAMBIAMENTO DEL COGNOME perché ridicolo o vergognoso o perché rivela l'origine naturale La domanda va presentata al Prefetto della Provincia in cui il richiedente risiede o, in alternativa, di quello nella cui circoscrizione è situato l'Ufficio di Stato Civile.Nella domanda occorre indicare la modificazione richiesta al nome o al cognome, oppure il nuovo cognome che si intende assumere. Il Prefetto, assunte le informazioni sulla domanda, se ritiene quest'ultima meritevole di essere accolta, con proprio decreto autorizza direttamente l'affissione dell'avviso con le stesse modalità del Ministero dell'Interno, per il caso di cambiamento o aggiunta di cognome.Sono analoghi anche i termini per presentare opposizione, trascorsi i quali il Prefetto, fatte le necessarie verifiche e vagliate le eventuali opposizioni, provvede alla domanda con proprio decreto.I decreti autorizzativi sono annotati, a richiesta degli interessati, nei propri atti di nascita e di matrimonio nonché negli atti di nascita e di matrimonio di coloro che ne hanno derivato il cognome.

Pagina a cura del Settore Demografico - Ultimo Aggiornamento: 14-09-2018 12:57

Archivio dello stato civile: certificati, annotazioni, copie integrali

I certificati dello Stato Civile sono esenti dal pagamento dell'imposta di bollo e da altri diritti . Che differenza c'è tra un certificato, un estratto per riassunto e una copia integrale ? La differenza è che nel certificato vengono riportati i dati minimi essenziali per descrivere un avvenimento, nell'estratto per riassunto vengono riportati, oltre ai dati del certificato, anche altri dati significativi che accompagnano o incidono sulle circostanze dell'atto.Ad esempio a margine dell'atto di matrimonio si annota il regime patrimoniale dei coniugi e solo un estratto per riassunto dell'atto di matrimonio ci dirà se una coppia è in regime di separazione di beni o no.La copia integrale dell'atto riporta invece qualsiasi circostanza scritta nella pagina del Registro di Stato Civile sulla quale è stato steso l'atto . Per casi particolari per il rilascio della copia integrale è richiesta l'autorizzazione della Procura della Repubblica presso il Tribunale . Vengono rilasciati normalmente tutti i certificati e gli estratti relativi a nascite, matrimoni e morti . Il Comune di S. Martino rilascia anche tutta la certificazione di stato civile relativa al Comune di Marcellise soppresso e assorbito nel Comune di S. Martino B.A. nel 1928. Per la richiesta di copie integrali di un atto di stato civile è necessario compilare l'apposita modulo.

Pagina a cura del Settore Demografico - Ultimo Aggiornamento: 14-09-2018 12:57

Servizio di reperibilità dello stato civile

Poiché gli Uffici Comunali sono chiusi dal venerdì ( periodo estivo) o dal sabato pomeriggio  e i giorni festivi, è stato istituito il servizio di reperibilità per le denunce di nascita e di morte. Il servizio di reperibilità dello Stato Civile è attivo tutte le settimane dalle ore 14.30 del sabato fino alle ore 24.00 della domenica. E' attivo anche durante le festività infrasettimanali partendo sempre dalla stessa ora ( 14.30 ) del giorno precedente e sempre fino alle ore 24.00 del giorno festivo.

I cittadini che hanno necessità di effettuare una di queste due pratiche possono chiamare il numero 333-4485115 che li metterà in contatto con l'operatore di turno con il quale poi concorderanno tempi e modi per rendere le denunce suddette.

Rimangono naturalmente escluse le pubblicazioni e le celebrazioni di matrimonio perché queste si fanno per appuntamento .

Pagina a cura del Settore Demografico - Ultimo Aggiornamento: 14-09-2018 12:57
 
 
   

Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!

inizio pagina