Vai all'Homepage
EMERGENZA ALLUVIONE facebook      twitter     
Mappa del sito Aiuto
 
 


Home \  Ho Necessità di \  Ufficio Tributi \  TARES

Pagina a cura del Settore Entrate Tributarie - Ultimo Aggiornamento: 06-11-2013 12:56

Pagina a cura del Settore Entrate Tributarie - Ultimo Aggiornamento: 06-11-2013 12:56

Pagina a cura del Settore Entrate Tributarie - Ultimo Aggiornamento: 06-11-2013 12:56

Pagina a cura del Settore Entrate Tributarie - Ultimo Aggiornamento: 06-11-2013 12:56

Pagina a cura del Settore Entrate Tributarie - Ultimo Aggiornamento: 06-11-2013 12:56

Pagina a cura del Settore Entrate Tributarie - Ultimo Aggiornamento: 06-11-2013 12:56

Pagina a cura del Settore Entrate Tributarie - Ultimo Aggiornamento: 06-11-2013 12:56

Pagina a cura del Settore Entrate Tributarie - Ultimo Aggiornamento: 06-11-2013 12:56

COMUNICAZIONE - SCADENZE BOLLETTE TARES 2013

Pagina a cura del Settore Entrate Tributarie - Ultimo Aggiornamento: 06-11-2013 12:56

Indicazioni generali

REGOLAMENTO


A decorrere dal 1° gennaio 2013 è stato  introdotto  un nuovo tributo denominato  TARES  (tributo comunale sui rifiuti e sui servizi)  con il decreto legge  n.201/2011 (c.d. SalvaItalia).

 Tale nuovo tributo sostituisce tutti i precedenti tributi relativi alla raccolta dei rifiuti ( Tarsu; TIA) e il suo scopo è quello di  raccogliere le risorse necessario per  coprire integralmente  i costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati avviati allo smaltimento, svolto in regime di privativa pubblica ai sensi della vigente normativa ambientale.

 Rispetto ai precedenti sistemi impositivi  il  nuovo tributo comprende anche una quota (maggiorazione) che dovrebbe coprire i  costi relativi  ai servizi indivisibili offerti dal Comune  ( ad esempio la  pubblica illuminazione );  tuttavia per l’anno 2013 tale maggiorazione sarà incamerata direttamente dallo Stato.

 

Pagina a cura del Settore Entrate Tributarie - Ultimo Aggiornamento: 06-11-2013 12:56

Sistema di calcolo

Il sistema di calcolo di questo nuovo tributo è uguale a quello già applicato con il precedente tributo denominato T.I.A.  ( Tariffa di Igiene Ambientale).  Quindi per le utenze domestiche  il conteggio sarà basato su due parametri : il numero di componenti e la metratura dei locali a disposizione. Per le utenze non domestiche il conteggio avverrà sulla base della metratura e delle quantità di rifiuti prodotti secondo del tabelle indicate dal D.P.R. n. 158/99.

L’unica novità sta nell’applicazione di una maggiorazione  che per l’anno 2013 è riservata a favore dello Stato e quantificata in 0,30€  per metro quadrato.


 

La fissazione dei parametri necessari alla determinazione ed applicazione della Tariffa sono di competenza della Giunta Comunale.

Pagina a cura del Settore Entrate Tributarie - Ultimo Aggiornamento: 06-11-2013 12:56

Cosa si deve fare?

Per adeguarsi al nuovo tributo al cittadino non è richiesto di fare nessuna attività.

Sarà compito del  Comune spedire l’avviso di pagamento/bolletta/cartella di pagamento applicando la maggiorazione dovuta allo Stato.

Ovviamente, come accadeva con i precedenti tributi, rimane compito  dei cittadini dichiarare le nuove occupazioni e le cessazioni.

Tutti i soggetti passivi devono  presentare denuncia entro i 60 giorni successivi alla data di occupazione/conduzione di locali o aree ( *) per le quali sorge l'obbligo di corrispondere il tributo.

Analogamente ogni contribuente ha l'obbligo di presentare disdetta quando cessa l'occupazione/detenzione precedentemente dichiarata. I moduli per la denuncia sono disponibili presso l'Ufficio Tributi e sul sito Internet del Comune.


(*)  TALE DENUNCIA SI DEVE PRESENTARE ANCHE NEL CASO DI:

occupazione di nuovi locali, anche a seguito di variazione di abitazione o residenza, una maggiore o minore superficie dell'abitazione e/o garage, il venir meno delle condizioni necessarie per le agevolazioni.

Nel caso di omissione della presentazione della dichiarazione/disdetta sono applicate delle sanzioni amministrative di carattere pecuniario.

 

Pagina a cura del Settore Entrate Tributarie - Ultimo Aggiornamento: 06-11-2013 12:56

Cosa cambia per le utenze non domestiche?

Con l'introduzione del nuovo tributo, a San MArtino Buon Albergo,  non cambia il sistema di calcolo rispetto al tributo applicato precedentemente (T.I.A.).


L'unica novità consiste nell'applicazione della maggiorazione di 30 centesimi per metro quadrato di competenza statale.

 

Pagina a cura del Settore Entrate Tributarie - Ultimo Aggiornamento: 06-11-2013 12:56

Pagina a cura del Settore Entrate Tributarie - Ultimo Aggiornamento: 06-11-2013 12:56
 
 
   

Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!

inizio pagina