Ripartono a pieno regime i centri estivi per bambini e ragazzi di San Martino Buon Albergo, un’occasione per tornare a stare in compagnia, in totale sicurezza. Grazie all’impegno messo in campo dall’Amministrazione Comunale e da ISAC (Istituzione Servizi al Cittadino), sono partiti questa mattina i centri estivi riservati a ragazzi/e delle scuole elementari e medie, mentre giovedì 1° luglio sarà la volta delle scuole dell’infanzia estive dedicate ai più piccoli. 

Dopo il confronto con il tavolo di coordinamento dei soggetti educativi di San Martino Buon Albergo, sono 8 le proposte progettuali (divise in 5 centri estivi e 3 scuole dell’infanzia) approvate per l’estate:

  • CENTRI ESTIVI: Centro Estivo “La Fenice” Loc. Campalto, Centro Estivo San Martino Junior Baseball&Softball, Centri Estivi “E…state con L’Alveare 2021” (uno per le elementari presso la scuola S. D’Acquisto e uno per la materna presso la scuola S. Lucia), Centri Estivi “Creativi musico-teatrali 2021” di Musicart (uno per le elementari e uno per la materna, entrambi presso la scuola Todaro) e Centro Estivo “San Martino Giovani” dell’ADS San Martino Giovani (calcio).
  • SCUOLE DELL’INFANZIA ESTIVE: “Sacro Cuore” di Marcellise, “Maria Immacolata” di Ferrazze e “Don Luigi Grigolini” di Mambrotta.

A questi si aggiunge un nono soggetto, la Parrocchia, che ha condiviso la propria proposta di “Grest” senza gravare economicamente su ISAC.

“Sono orgoglioso dell’impegno che l’Amministrazione ha messo in campo per la realizzazione dei centri estivi, memore anche del difficile percorso di progettazione intrapreso lo scorso anno insieme alle associazioni del territorio, nel periodo più difficile dell’emergenza sanitaria. In questi ultimi mesi, l’evoluzione positiva della pandemia ci ha permesso, in modo particolare durante l’ultimo incontro con il tavolo di coordinamento dei soggetti educativi, di mettere sul tavolo proposte progettuali più coinvolgenti e interattive per i nostri bambini e ragazzi, ma soprattutto caratterizzate da minori restrizioni. Spero che l’avvio dei centri estivi possa rappresentare un momento di ritrovata spensieratezza per i giovani sammartinesi” commenta il Sindaco Franco De Santi.

I centri e le scuole estive offriranno proposte diversificate anche sotto il profilo tematico, spaziando da attività artistico-culturali (musica, laboratori, pittura, bricolage), ad attività sportive (baseball, calcio, ecc.) e di tipo naturalistico-ambientale (il mondo del cavallo, attività nella natura e in aree verdi, ecc.), senza tralasciare il sostegno scolastico.

Per ISAC si tratta di una spesa complessiva di circa €57.000, determinata attraverso le richieste dei Centri estivi e in relazione ai minori costi di gestione COVID. Inoltre, le rette settimanali a carico delle famiglie sono state uniformate e non sono aumentate rispetto al 2020: per i Centri estivi elementari/medie sono sostanzialmente pari a quelle del 2020, mentre per le Scuole dell’infanzia sono leggermente diminuite.

Un investimento considerevole quello messo in campo dall’Amministrazione comunale di San Martino Buon Albergo per adeguare gli impianti e ammodernare gli spazi dell’Istituto comprensivo Berto Barbarani. Si tratta, infatti, di oltre €1.500.000 investiti, di cui €600.000 per il rifacimento dell’intero piano terra, €450.000 per l’adeguamento dell’impianto antincendio e ulteriori €400.000 – finanziati da Archimede Servizi – per l’installazione dell’innovativo impianto di ventilazione meccanica controllata (VMC).

“All’Istituto Barbarani siamo intervenuti con una massiccia operazione di ammodernamento degli spazi e di installazione di nuovi impianti, adeguando anche il sistema antincendio per garantire la piena sicurezza del personale e degli studenti, e assicurare il miglioramento del confort dell’ambiente scolastico. Un investimento sicuramente molto importante da parte dell’Amministrazione, reso possibile anche grazie ai notevoli risparmi in energia, poi reinvestiti in ulteriori opere. Inoltre, l’installazione dell’impianto di VMC, realizzata grazie all’investimento di Archimede Servizi, è un risultato importante, soprattutto in tempo di Covid. Per questo ringrazio – anche a nome di tutta la cittadinanza – la squadra di Archimede Servizi, nella persona del Presidente Davide Bogoncelli e di tutto il CDA, per il grande lavoro svolto nella messa in sicurezza e nell’ammodernamento degli edifici pubblici del nostro Comune, riservando grande attenzione alla sostenibilità ambientale e alla tutela del nostro patrimonio territoriale” racconta il Sindaco Franco De Santi.

Nello specifico, per quanto riguarda il piano terra dell’Istituto, si è provveduto a demolire e ricostruire le pavimentazioni, le pareti, gli impianti tecnologici e a realizzare opere di consolidamento strutturale di tutto il piano terra. Nei prossimi anni è prevista la ristrutturazione anche del primo e del secondo piano, per la quale è già stato effettuato lo studio di fattibilità. Archimede Servizi ha inoltre provveduto a dotare la scuola di un innovativo impianto VMC (ventilazione meccanica controllata) – già realizzato in tempi record la scorsa estate nella scuola materna Santa Lucia – che gestisce in maniera del tutto automatica il ricambio dell’aria negli ambienti di tutto l’edificio, evitando le frequenti aperture delle finestre durante il periodo invernale e quindi la dispersione del calore. Un’opera fondamentale in tempo di Covid, ma utile anche in futuro al mantenimento di una migliore qualità dell’aria nelle classi, evitando sprechi.

 

SAN MARTINO BUON ALBERGO: AL VIA I LAVORI PER IL NUOVO POLO CULTURALE
L’EX SCUOLA SALGARI OSPITERÀ LA BIBLIOTECA COMUNALE

Lunedì 12 aprile partiranno ufficialmente i lavori di riqualificazione dell’ex scuola Salgari. Dopo un complesso iter burocratico, le imposizioni del patto di stabilità e un contenzioso – poi dichiarato inammissibile – aperto da Inarcassa, l’Amministrazione comunale di San Martino Buon Albergo può dare il via alla ristrutturazione edilizia dell’edificio destinato a diventare il nuovo Polo Culturale a disposizione dell’intera cittadinanza.

“Cultura, arte, musica e condivisione: sono le parole d’ordine alla base di questo progetto, che ci vede da diverso tempo impegnati per realizzare un edificio aperto a tutti i cittadini, privo di barriere architettoniche e innovativo dal punto di vista tecnologico ed energetico. Come Amministrazione abbiamo scelto di ridare nuova vita a questo luogo, trasformandolo in uno spazio d’incontro e di cultura e non destinandolo ad uffici pubblici come da un iniziale progetto degli anni 2000. La ditta appaltatrice è pronta ad iniziare i lavori che partiranno il giorno 12 aprile: siamo consapevoli che ci saranno alcuni disagi per i cittadini, perché l'area attualmente utilizzata a parcheggi verrà recintata. Invitiamo tutti quindi ad utilizzare in alternativa il parcheggio della stazione (Carlo Alberto Dalla Chiesa), di piazzale Fallaci e Maestri del Lavoro. Disagi che sicuramente saranno compensati dal risultato finale, perché restituiamo alla nostra comunità un luogo in cui molti cittadini hanno vissuto la propria infanzia” racconta l’Assessore ai Lavori Pubblici e alla Sicurezza Davide Brusco.

Spazi culturali e sede delle Associazioni ma anche nuova casa della Biblioteca Don Milani che avrà dunque a disposizione più spazi e più servizi, con la consultazione digitale dei cataloghi, postazioni internet e espositori per riviste. L’ex scuola elementare – rimasta vuota dal 2000 ad eccezione di pochi spazi destinati ad uffici – ospiterà anche un'aula studio della biblioteca, due aule polivalenti che all'occorrenza potranno trasformarsi in una sala convegni da 100 posti, una sala prove per la musica e spazi espositivi, di coworking, sale per attività motorie e per l'Ufficio cultura.

Privo di barriere architettoniche, con un'ottimizzazione energetica degli spazi, dotato di pannelli per l'alimentazione solare, l’edificio si affaccerà su una nuova piazza – che verrà realizzata al termine dei lavori di riqualificazione dell’ex scuola – che diventerà un luogo di aggregazione centrale del territorio comunale. A completamento dell’opera, un ulteriore investimento di un milione di euro per la riqualificazione dell’area esterna, della viabilità circostante e degli allestimenti. “Si tratta di un intervento minuzioso e coerente per un edificio che negli anni ha subito numerosi ampliamenti e diverse ristrutturazioni contraddittorie. Salvare dal degrado e dall’incuria edifici e spazi inutilizzati significa garantire anche maggiore sicurezza per i cittadini” conclude l’Assessore Brusco. 

Il Comune di San Martino Buon Albergo, grazie all’intervento della partecipata Archimede Servizi, ha concluso l’intervento di efficientamento e messa a norma degli impianti di pubblica illuminazione della parte terminale di via Ponte e della Piazza del Popolo. I lavori, che si inseriscono in un progetto più ampio avviato nel 2019 per la riqualificazione della Strada Regionale 11, nei prossimi mesi interesseranno anche il rifacimento degli impianti di pubblica illuminazione nei quartieri di Case Nuove e di S. Antonio.

“Si tratta di un importante intervento strutturale finanziato interamente grazie ai risparmi di gestione dell’anno 2020 di Archimede Servizi, non comportando alcun onere in capo ai cittadini di San Martino Buon Albergo. L’efficientamento e la messa a norma degli impianti di pubblica illuminazione garantirà maggiore sicurezza per i cittadini e porterà grandi benefici anche dal punto di vista ambientale, con un risparmio di circa 3,3 tonnellate annue di CO2”, dichiara il Sindaco Franco de Santi. 

L’intervento, che ammonta a circa €35.000, ha previsto la sostituzione di 22 lampioni e il riadattamento delle relative lanterne, oltre al restauro e alla pittura dei basamenti. Analogo intervento è stato fatto su altri 16 lampioni davanti alla sede comunale e sul primo tratto di via Mazzini.

“La conclusione dei lavori agli impianti di via Ponte e Piazza del Popolo è dimostrazione dell’impegno costante dell’Amministrazione per la riqualificazione degli spazi comunali, un impegno iniziato nel 2019 che stiamo portando avanti in risposta alle esigenze dei cittadini. Nei prossimi mesi, infatti, ci occuperemo anche del rifacimento degli impianti di pubblica illuminazione nei quartieri di Case Nuove e di S. Antonio, che saranno finanziati con contributo governativo e con risorse comunali”, conclude il Vicesindaco con delega alle manutenzioni, Mauro Gaspari.

RACCOLTA DIFFERENZIATA: BILANCIO POSITIVO

A SAN MARTINO BUON ALBERGO RAGGIUNTO L’81%, IN CRESCITA NONOSTANTE IL COVID

Bilancio positivo per l’indice della raccolta differenziata nel Comune di San Martino Buon Albergo che nell’ultimo anno ha raggiunto l’81%.

Un numero in leggera crescita rispetto all’anno precedente, in cui si è attestata attorno all’80%, ma di grande soddisfazione se si considera che la pandemia incide – e non poco – sulla raccolta differenziata.

“Siamo molto soddisfatti: nonostante le difficoltà imposte dalla pandemia, la percentuale della raccolta differenziata nel territorio comunale è in continua crescita e ha raggiunto la cifra record dell’81%. Quando siamo stati eletti nel 2007, la percentuale raggiungeva circa il 57% e ad oggi abbiamo un incremento di 24 punti. Un traguardo che abbiamo raggiunto grazie alla collaborazione e all’impegno quotidiano dei cittadini di San Martino Buon Albergo ma anche grazie all’ufficio Ecologia, alla Polizia Locale che da sempre è in prima linea per garantire controlli e sicurezza e ad Archimede Servizi per l’attività di front office. Questa Amministrazione ha fatto della tutela ambientale e della salvaguardia del territorio un punto cardine e questo traguardo ne è una conferma” spiega il Vicesindaco e Assessore all’Ambiente e all’Ecologia, Mauro Gaspari.

L’Amministrazione comunale ha infatti negli anni messo a disposizione dei cittadini una serie di strumenti utili per svolgere in modo corretto la raccolta differenziata. Ogni anno, viene distribuito il kit per la raccolta rifiuti, contenente il calendario con tutte le informazioni utili e gli orari del Centro di Raccolta e la fornitura annuale di sacchetti per l’umido, per la plastica e per le lattine, in collaborazione con Archimede Servizi. Previsto inoltre, il servizio a pagamento di raccolta porta a porta di erbe e ramaglie e l’accesso all’Ecocentro solo per residenti tramite tessera sanitaria (l’installazione della sbarra per l’accesso controllato ha permesso un maggiore controllo degli accessi, bloccando soprattutto i non residenti). Nell’anno 2020 è infine partita la campagna “Acqua di San Martino, per te e per l’ambiente”, nata con lo scopo di sensibilizzare i cittadini a ridurre il consumo di plastica, utilizzando l’acqua delle casette installate sul territorio comunale attraverso un kit formato da 6 bottiglie in vetro messo a disposizione dal Comune, che ha riscosso un buon successo tra la popolazione. Questa iniziativa, insieme ai numerosi progetti organizzati negli ultimi anni nelle scuole, si inserisce in una visione di salvaguardia ambientale promossa dall’amministrazione che consiste – tra le altre cose - in un aumento della raccolta differenziata, nella riduzione degli imballaggi di plastica e delle emissioni di Co2 attraverso l’installazione di impianti di ultima generazione per la produzione di energia, nell’utilizzo di automezzi ibridi comunali e nella realizzazione di nuovi spazi verdi e parchi con la piantumazione di oltre un migliaio di alberi negli ultimi cinque anni. Un impegno reso possibile anche grazie alla collaborazione dei cittadini e di numerose realtà del territorio.

News

Convocazione Consiglio Comunale

Trattamenti di disinfestazione

Piano Rischio Alluvioni

APPUNTAMENTI UFFICIO ANAGRAFE

Link Utili

Torna all'inizio del contenuto