EMERGENZA COVID 19: NUOVI FONDI PER AIUTI ALLA CITTADINANZA

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SAN MARTINO BUON ALBERGO STANZIA ULTERIORI 600 MILA EURO PER LA FASE 2

L’Amministrazione comunale di San Martino Buon Albergo ha stanziato ulteriori risorse per far fronte all’emergenza Covid-19. Il Comune dell’est-veronese ha destinato all’emergenza post Covid-19 600 mila euro: azioni concrete, immediate e dirette per tutelare cittadini in disagio economico-sociale ed esercenti colpiti duramente dall’emergenza sanitaria.

Nello specifico sono stati destinati a famiglie in difficoltà 382 mila euro, tra cui 82 mila euro destinati dal Dipartimento nazionale di Protezione Civile e 36 mila euro ricevuti grazie alla generosità di privati cittadini e imprese che in queste settimane hanno donato per aiutare tutti coloro che a causa della pandemia hanno chiuso l’attività o si sono trovati in grande difficoltà economica. Una platea sensibilmente aumentata, che l’Amministrazione comunale ha sostenuto e continuerà a supportare anche nei prossimi mesi.

Con una parte di questi fondi (60mila euro di risorse proprie del Comune e gli 82mila del Governo) sono state aiutate le famiglie che hanno fatto richiesta dei Buoni spesa alimentari entro la fine di aprile, mentre i restanti 240 mila sono destinati a un ulteriore integrazione economica alle famiglie già aiutate ma anche alle famiglie che hanno fatto richiesta nel mese di maggio e che rientrano nei criteri di accessibilità. Ad oggi si contano 280 nuclei famigliari supportati con buoni spesa e sostegno nel pagamento di bollette e affitti.

“Siamo costantemente al lavoro per reperire quante più risorse possibili da destinare ai nostri concittadini in difficoltà. Sono numerose le famiglie che a causa di questa emergenza si sono trovate in difficoltà, così come diverse attività produttive e commerciali del nostro territorio. Si stanno quindi approntando integrazioni delle risorse messe in campo con l’obiettivo di istituire misure a sostegno del tessuto socio-economico del nostro territorio, in attesa di capire se dal Governo centrale arriveranno indicazioni o ulteriori risorse ad integrazione di quelle già pianificate dal Comune.” spiega Franco De Santi, Sindaco di San Martino Buon Albergo.

Con l’approvazione del bilancio consuntivo 2019, l’Amministrazione comunale ha riservato altri 300 mila euro di avanzo per affrontare l’emergenza. Di questi, 180 mila euro serviranno per la riduzione della TARI mentre i restanti 120 mila per azioni finalizzate a sostenere il tessuto commerciale e artigianale del territorio.

Grande attenzione anche per i più piccoli: il Comune infatti – tramite ISAC – sta programmando l’introduzione di servizi educativi estivi, come le Scuole dell’Infanzia Estive e i Centri Estivi Ricreativi per bambini delle scuole materne ed elementari e per ragazzi delle scuole medie, così da supportare i genitori che devono rientrare al lavoro. “Stiamo valutando – continua il Sindaco De Santi – di prolungare questi servizi per circa tre mesi, dal 1 giugno al 31 agosto e saranno organizzati con l’aiuto e il supporto delle realtà educative del territorio. Sicuramente le risorse impegnate per questo progetto saranno importanti e tutte a carico del Comune di San Martino Buon Albergo. In questi mesi abbiamo lavorato duramente per tutelare famiglie e imprese del territorio, garantendo servizi e assistenza. Ringrazio quindi tutta la macchina comunale, che non si è mai fermata, le Forze dell’Ordine, la Protezione civile e i tanti volontari che con spirito di sacrificio hanno prestato servizio per la nostra comunità. Dobbiamo essere consapevoli che quest’emergenza non si concluderà con l’apertura totale: dobbiamo quindi garantire sostegno a famiglie e attività per i mesi a venire”.

 

News

Apertura aree giochi per bambini

Consiglio Comunale

Ordinanza Regione Veneto | n° 50 del 23 maggio

Cultura | Concorso virale

Link Utili

Torna all'inizio del contenuto