Visto il nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020 che ha esteso all’intero territorio nazionale le disposizioni di cui all’art. 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 marzo 2020, cui si rinvia, si evidenzia alla cittadinanza che:

 MOVIMENTI DELLE PERSONE

  • Devono esser evitati gli spostamenti delle persone fisiche in entrata e in uscita dal territorio del Comune di San Martino Buon Albergo e all’interno dello stesso, salvo che siano motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute, da attestare con autodichiarazione ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 resa a mezzo dell’apposito modulo E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza;
  • Si raccomanda fortemente ai soggetti che hanno sintomi da infezione respiratoria e febbre ( maggiore di 37,5° C) di rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, consultando il proprio medico curante;
  • E’ assolutamente vietato lo spostamento dalla propria abitazione o dimora da parte dei soggetti sottoposti alla misura della quarantena o risultati positivi al virus;

EVENTI, MANIFESTAZIONI E SERVIZI EDUCATIVI

  • Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati;
  • Sono sospese tutte le manifestazioni organizzate, nonché gli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico, quali, a titolo d’esempio, grandi eventi, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati; nei predetti luoghi è sospesa ogni attività;
  • Sono vietati assembramenti anche all’aperto;
  • Sono sospesi i servizi educativi e le attività didattiche;
  • L’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone. Sono sospese le cerimonie civili e religiose ivi comprese quelle funebri

ATTIVITA’ COMMERCIALI E SPORTIVE

Sono consentite le attività di ristorazione e bar dalle 6.00 alle 18.00, con obbligo, a carico del gestore, di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro di cui all'allegato 1 lettera d) del DPCM 8 marzo 2020 con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione;

  • Sono consentite le attività commerciali diverse da ristorazione e bar a condizione che il gestore garantisca un accesso con modalità contingentate o comunque idonee a evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra le persone, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. In presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, le strutture dovranno essere chiuse;
  • Nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati. Nei giorni feriali, il gestore deve comunque garantire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. In presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, le strutture dovranno essere chiuse. La chiusura non è disposta per farmacie, parafarmacie e punti vendita di generi alimentari, il cui gestore è chiamato a garantire comunque il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione.
  • Sono sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali (ad eccezione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza), centri culturali, centri sociali, centri ricreativi.

Per l’emergenza sanitaria Coronavirus si avvisa la cittadinanza che le piastre e le attrezzature sportive presenti nei parchi comunali resteranno chiuse fino a nuovo ordine

-----------------------------------------------------------------------

DOMANDE E CHIARIMENTI SUL DECRETO IN OGGETTO A QUESTO LINK http://www.governo.it/it/articolo/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/14278

IN ALLEGATO:

  1. Nuovo DPCM 9 marzo 2020
  2. Autodichiarazione Ministero degli Interni 

News

Conto corrente per donazioni Coronavirus

Nuova ordinanza Coronavirus | Regione Veneto 3 aprile

Nuovo DPCM | 1° aprile

PRECISAZIONI CIRCOLARE MINISTERO DELL'INTERNO

Link Utili

Torna all'inizio del contenuto