Con le ordinanze n° 77 e 77 del 18 ottobre 2019 sono state stabilite specifiche misure per il contenimento dell'inquinamento atmosferico nel territorio del Comune di San Martino Buon Albergo in riferimento alla circolazione di veicoli, impianti di riscaldamento alimentati a biomassa legnosa e prescrizioni per le combustioni all'aperto e per lo spandimento di liquami zootecnici.

 

CIRCOLAZIONE VEICOLI

Fino al 15 dicembre 2019 e dal 7 gennaio al 31 marzo 2020 non potranno circolare, dal lunedì al venerdì, escluse le giornate festive infrasettimanali, dalle 8.30 alle 18.30, i veicoli alimentati a benzina euro 0 - euro 1 categoria M (privati) e categorie L2 - L5 - N (commerciali), i veicoli alimentati a gasolio euro 0 - euro 1 - euro 2 - euro 3 categoria M (privati) e categorie N (commerciali), i veicoli alimentati a gasolio euro 0, euro 1 categoria L2 - L5 (commerciali) e i moto/ciclomotori euro 0.

Questa disposizione si applica sull’intero territorio comunale fatta eccezione per i seguenti tratti stradali:

  •  - Tangenziale Est (da rotatoria del Comune di Verona fino al raccordo verso il casello autostradale di Verona Est e l’ingresso alla Tangenziale Sud)
  •  - Entrata Tangenziale Sud proveniente dal Comune di Lavagno
  •  - Uscita Tangenziale Sud in località Campalto
  •  - Tratti autostradali ricadenti in territorio comunale

 

Il Comune di San Martino Buon Albergo non è servito dalla linea urbana del Comune di Verona e pertanto, le limitazioni alla circolazione veicolare possono creare maggiori difficoltà, in particolare per le frazioni, soprattutto a carico delle categorie più deboli. Per tale motivo sono state individuate specifiche deroghe:

 

  •  - veicoli di potenza inferiore o uguale a 80kW condotti da persone che abbiano compiuto il65° anno di età 
  •  - veicoli alimentati a gasolio categoria M omologati EURO 3 condotti da residenti nelle frazioni di Marcellise, Ferrazze e Mambrotta e località limitrofe, diretti in andata e ritorno ai parcheggi limitrofi al centro sportivo di Borgo della Vittoria per i residenti a Marcellise, stalli di sosta presenti nel quartiere di Sant’Antonio per i residenti a Ferrazze e parcheggio del cimitero del capoluogo per i residenti a Mambrotta. 

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO ALIMENTATI A BIOMASSA LEGNOSA, COMBUSTIONI ALL'APERTO E SPANDIMENTO DI LIQUAMI ZOOTECNICI

 Fino al 31 marzo 2020 in tutto il territorio comunale si invita al rispetto dei seguenti divieti e obblighi: 

  1. 1. divieto di utilizzare generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa– legna, cippato, pellet - (in presenza di impianto di riscaldamento domestico alternativo) con una classe di prestazione emissiva inferiore alla classe 2 stelle
  2. 2. divieto di effettuare combustioni all’aperto, di materiale vegetale, anche se effettuate nel luogo di produzione, al fine di reimpiegare i residui come sostanza concimante o ammendante, fatte salve le necessità di combustione finalizzate alla tutela sanitaria di particolari specie vegetali
  3. 3. divieto di effettuare falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio a scopo di intrattenimento. Sono consentite derogheper i fuochi di Capodanno e per i falò rituali in occasione dell’Epifania, nel corso di manifestazioni legate a consolidate tradizioni pluriennali, organizzate e/o riconosciute dall'Amministrazione Comunale tramite la compilazione e invio di specifico modulo.
  4. 4. divieto di climatizzarei seguenti spazi dell'abitazione o ambienti ad essa complementari: cantine, ripostigli, scale primarie e secondarie che collegano spazi di abitazione con cantine, box, garage, depositi
  5. 5. nelle 14 ore/giorno consentite in zona climatica E, limitare la temperatura misurata ai massimi di 19°C negli edifici classificati con le sigle E.1 (residenza e assimilabili), E.2 (uffici e assimilabili), E.4 (attività ricreative o di culto e assimilabili) E.5 (attività commerciali e assimilabili), E.6 (attività sportive).
  6. 6. nelle 14 ore/giorno consentite in zona climatica E, limitare la temperatura misurata ai massimi di a massimi 17° C negli edifici classificati con la sigla E.8 (attività industriali ed artigianali e assimilabili)
  7. 7. utilizzare, negli impianti di riscaldamento a pellet di potenza termica nominale inferiore a 35 kW, pellet regolamentato e certificato. 

 

LIVELLI DI ALLERTA 

I provvedimenti riguardano tutti i Comuni della cintura di Verona e si attivano a seconda dei livelli di allerta comunicati da Arpav, sulla base alle concentrazioni di inquinanti rilevate nei giorni di controllo (lunedì e giovedì) dalla stazione di monitoraggio della qualità dell’aria di riferimento per l’agglomerato di Verona.  

 

In caso di superamento prolungato del valore limite giornaliero di presenza di polveri sottili (PM10) per metro cubo, fissato a 50 microgrammi, è prevista l'attivazione di misure temporanee ulteriori a carattere emergenziale di limitazione nell'utilizzo degli impianti. 

 

Le misure temporanee si attiveranno il giorno successivo a quello di controllo, ovvero il martedì e il venerdì, e resteranno in vigore fino al giorno di controllo successivo

 

Sul sito di Arpav il bollettino aggiornato -> https://bit.ly/33N7UCF 

 

Cosa succede se Arpav comunica livello di allerta 1 - Arancione

 

Dopo 4 giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero, ai divieti precedentemente elencati si aggiungono:

 

  • - estensione del divieto di circolazione ai veicoli alimentati a gasolio euro 4categoria M (privati)
  • - estensione del divieto di circolazione a tutti i giorni della settimana, inclusi sabato, domenica e giornate festive infrasettimanali, dalle ore 8.30 alle ore 18.30
  • - divieto di utilizzare di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa(in presenza di impianto di riscaldamento alternativo), aventi prestazioni energetiche ed emissive inferiori alla classe 3 stelle
  • - divieto di spandimento di liquami zootecnici

 

Cosa succede se Arpav comunica livello di allerta 2 - Rosso

 

Dopo 10 giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero si prevedono: 

 

  •  - Estensione del divieto di circolazione anche ai giorni dal 27 dicembre 2019al 6 gennaio 2020
  •  - estensione del divieto di circolazione ai veicoli alimentati a gasolio euro 4categoria M (privati)
  •  - estensione del divieto di circolazione ai veicoli alimentati a gasolio euro 4categoria N (commerciali) solo dalle ore 8.30 alle 12.30 
  •  - estensione del divieto di circolazione a tutti i giorni della settimana, inclusi sabato, domenica e giornate festive infrasettimanali, dalle ore 8.30 alle ore 18.30
  •  - divieto di utilizzare generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa(in presenza di impianto di riscaldamento alternativo), aventi prestazioni energetiche ed emissive inferiori alla classe 4 stelle
  •  - divieto dispandimento di liquami zootecnici

 

Per approfondimenti, sanzioni e deroghe, rivolgersi alla Polizia Locale di San Martino Buon Albergo dopo aver preso visione delle ordinanze:

 

ORDINANZA 77 http://trasparenza.comunesanmartinobuonalbergo.it/AlboPretorio/atto/detail.html?id=16858&page=1&type=scaduti&ordinamento=inizio_pubblicazione&tipoOrdinamento=desc

 

ORDINANZA 78 http://trasparenza.comunesanmartinobuonalbergo.it/AlboPretorio/atto/detail.html?id=16860&page=2&type=scaduti&ordinamento=inizio_pubblicazione&tipoOrdinamento=desc

 

 

Attachments:
Download this file (INFORMATIVA_ORDINANZA_SMOG.pdf)INFORMATIVA_ORDINANZA_SMOG.pdf[ ]77 kB

News

Ritiro kit raccolta differenziata

Nuovo piano di illuminazione pubblica

Natale a San Martino: solidarietà, divertimento e attività per tutti

Al via interventi di manutenzione su 3600 caditoie

Link Utili

Torna all'inizio del contenuto