È stata assegnata alla studentessa Angela Ferrero – diplomatasi lo scorso anno all’Istituto Tecnico Marco Polo di Verona con indirizzo in Relazioni Internazionali per il Marketing con 96/100 e ora iscritta al primo anno del corso di laurea in Scienze politiche, Relazioni internazionali e Diritti umani dell’Università degli studi di Padova – la Borsa di studio promossa dall’Amministrazione comunale di San Martino Buon Albergo, attraverso ISAC (Istituzione Servizi al Cittadino) e in collaborazione con l’Associazione Consorzio Young Sport e Cultura Community di San Martino Buon Albergo, che si è occupata di raccogliere fondi attraverso specifici eventi di beneficienza.

Alla giovane studentessa Angela, va l’augurio dell’intera Amministrazione comunale di proseguire con soddisfazione i propri obiettivi. Siamo già al lavoro per riproporre l’iniziativa delle Borse di studio per l’anno accademico in corso” dichiara Franco De Santi, Sindaco di San Martino Buon Albergo.

Il Comune di San Martino Buon Albergo ha aderito al progetto di cittadinanza attiva “Ci sto? Affare fatica”, rivolto ai ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni, invitandoli a valorizzare al meglio il tempo estivo attraverso attività concrete di volontariato e cura dei beni comuni. 

I giovani partecipanti saranno coinvolti, nella settimana dal 21 al 25 giugno e dal 19 al 23 luglio, in una serie di attività dedicate alla cura del bene comune: dalla pulizia alla manutenzione di alcuni parchi del nostro territorio. Una movimentazione a tutti i livelli che riempirà di entusiasmo e significato l’estate dei ragazzi raggruppati in due squadre miste di dieci elementi.

Ciascun gruppo di giovani sarà seguito in tutte le operazioni da un tutor e da alcuni handymen, volontari “maestri d’arte”, capaci di trasmettere piccole competenze tecniche/artigianali ai ragazzi e di guidare il gruppo insieme ai tutor.

A ciascun partecipante verrà consegnato a riconoscimento dell’impegno un “buono fatica” settimanale del valore di € 50,00 che potrà essere speso in abbigliamento, libri scolastici, cartoleria, libri di lettura e tempo libero.
 
Le iscrizioni saranno aperte fino ad esaurimento posti dal 19 maggio alle ore 12:00 sul sito https://www.cistoaffarefatica.it/apertura-iscrizioni-a-meta-maggio-2021/

Il 12 e il 19 maggio 2021 la sede Comunale di Piazza del Popolo a San Martino Buon Albergo si illuminerà di viola. L’amministrazione comunale infatti ha deciso di supportare le iniziative in programma per le giornate mondiali delle malattie invisibili, come la Fibromialgia e le Malattie infiammatorie croniche intestinali. Un gesto significativo per fare luce sulle condizioni dei pazienti che soffrono di queste patologie spesso trascurate dal sistema sanitario, e che la pandemia di Covid-19 ha contribuito ad aggravare ulteriormente. Un’azione di sensibilizzazione verso l’opinione pubblica per portare attenzione sulla prevenzione e sulla ricerca a supporto di malati, famigliari e associazioni ogni giorno in prima linea.

“Come Amministrazione comunale abbiamo deciso di aderire alle iniziative in programma per la Giornata mondiale della Fibromialgia e per la Giornata mondiale di sensibilizzazione alle Malattie infiammatorie croniche intestinali. Accendiamo la luce sulle malattie invisibili: la facciata del nostro comune di colora di viola per sensibilizzare la società su malattie spesso sottovalutate e scarsamente considerate. Si tratta di un piccolo gesto ma dal grande valore simbolico, perché illuminare i nostri edifici ci permette di attirare l’attenzione su patologie di cui poco si parla ma che necessitano di ricerca scientifica costante, per migliorare la qualità della vita delle persone che ne soffrono” spiega Franco De Santi, Sindaco di San Martino Buon Albergo.

Sono oltre 3 milioni le persone che in Italia sono affette da Fibromialgia – 9 su 10 sono donne – e più di 200 mila quelle che soffrono di infiammazioni croniche dell’intestino, eppure queste patologie sono considerate ancora “invisibili”. Si tratta di malattie subdole, che indeboliscono mente e corpo e che molto spesso sono difficili da diagnosticare, provocando un peggioramento della qualità della vita di chi ne soffre. “Si tratta di patologie invalidanti, ma non considerate tali: per questo motivo vogliamo sensibilizzare la Regione Veneto affinché le riconosca come croniche e invalidanti, così da ottenere un codice d’identificazione che permetta ai malati di ottenere le giuste esenzioni e di rientrare negli studi epidemiologici. Spesso, infatti, le cure non sono adeguate e la difficoltà di diagnosi dà il via ad un percorso molto costoso. Noi abbiamo scelto di supportare malati, famiglie e associazioni con questo piccolo gesto di sensibilizzazione, con la speranza che altri comuni seguano il nostro esempio” conclude l’Assessore alla Cultura, Istruzione e Politiche giovanili, Caterina Compri.

Giovedì 20 maggio, presso la palestra del Centro Sportivo Ugo Pozzan di via Marconi 31, sarà inaugurato il centro vaccinale allestito dal Comune di San Martino Buon Albergo.  

Grazie alla disponibilità data, del Dott. Paolo Castagna, della Dott.ssa Nicoletta Maccari e della Dott.ssa Maria Teresa Corradi e alla preziosa collaborazione dei volontari della Protezione Civile e della Croce Blu, gli assistiti dei 3 medici di famiglia del territorio potranno prenotare la vaccinazione dal 17 maggio c.a. Nel rispetto delle prescrizioni, delle fasce d’età stabilite da Regione Veneto e sulla base della disponibilità delle dosi vaccinali, sarà data priorità ai soggetti ultrasessantenni che potranno prenotare chiamando il numero 045-8874244 dal lunedì al mercoledì, dalle 16:00 alle 19:00.

Le vaccinazioni saranno effettuate tutti i giovedì dalle ore 09:00 alle ore 12:00 e dalle ore 13:00 alle ore 17:00.

“L’attivazione del punto vaccini presso il Centro Sportivo Pozzan è motivo di grande soddisfazione per la nostra Amministrazione, a dimostrazione dell’impegno che stiamo mettendo in campo per la vaccinazione massiva contro Covid-19. Ringrazio di cuore sia i medici di famiglia che hanno risposto alla nostra chiamata e si sono resi disponibili per vaccinare i propri assisiti (lasciando aperta la possibilità di altri medici di base) sia i volontari della Protezione Civile e della Croce Blu che presteranno servizio presso il centro vaccinale, garantendo il regolare svolgimento della campagna per i cittadini di San Martino Buon Albergo. L’apertura del centro vaccinale lascia aperta la possibilità anche ad altri medici di famiglia di contribuire alla campagna massiva, perché la collaborazione di tutti è fondamentale nella lotta quotidiana contro Covid-19” dichiara Franco De Santi, Sindaco di San Martino Buon Albergo.

L’Amministrazione ha, inoltre, messo a disposizione lo spazio del Centro Sportivo Pozzan anche all’ULSS 9 Scaligera, nel caso in cui ci fosse necessità di aggiungere ulteriori linee vaccinali a quelle ad oggi attive sul territorio.

A partire del 15 maggio 2021 nuove modalità per deposito pratiche cementi armati ai sensi della DGR 244 del 9/03/2021 - Link

News

Convocazione Consiglio Comunale

Tornano gli appuntamenti con i “Mercoledì in biblioteca” e con la rassegna teatrale al Teatro Peroni

Nuove modalità di accesso ai servizi dell'Ufficio anagrafe

CIMITERO DI SANMARTINO BUON ALBERGO, VIA FENIL NOVO

Link Utili

Torna all'inizio del contenuto